…sei stato ufficialmente pimpato!

pimpthemeNon tutti sanno che è possibile scaricare temi GTK+ in RGBA, “Ah! -direte voi- ossia?”

RGBA sostanzialmente significa che ogni colore, oltre a essere codificato in base alle sue tre componenti Rosso, Verde e Blu (Red, Green, Blue) è anche codificato con un quarto canale, il cosiddetto canale alpha, la trasparenza.

Cosa vuol dire quindi che le finestre ora reggono il canale alpha? Semplicissimo: possono essere semitrasparenti, come la figura ben mostra…

Modificato il Tema MurrinaChrome per avere la trasparenza sulle finestre

Modificato il Tema MurrinaChrome per avere la trasparenza sulle finestre

PER GLI UTENTI KARMIC E A SEGUIRE: Un pimpaggio possibile lo trovate all’articolo più recente e più semplice: [Pimp my...™] Trasparenza con Murrina e GTK per Ubuntu Lucid . Questo procedimento resta comunque funzionante e, se non vi ispira il metodo descritto di nuovo, questo è ottimo :D

Se avete pensato “Anche io!” quando avete visto ciò, vi spiego subito come fare ad averlo, sostanzialmente si deve scaricare un tema che supporti la trasparenza e “patchare” i programmi in modo che supportino questa trasparenza, alcuni programmi come Emesene, Gnome-system-monitor e Gnome-Terminal reggono in automatico questo effetto.

Installare il tema


  1. Assicuratevi di avere Compiz installato correttamente, dal momento che il solo Metacity non basta.
  2. Installare l’Engine di Murrina che consente l’applicazione di questo canale alpha
    sudo apt-get install gtk2-engines-murrine
  3. Scaricare un tema che abbia il canale alpha, io ho trovato un tema, Murrina Chrome, che ha questa proprietà. Per scaricare il tema cercare sul sito di Murrina il tema Chrome e scaricare l’archivio.
  4. Installare il tema aprendo il gestore dell’aspetto in Sistema -> Preferenze -> Aspetto e trascinare dentro la finestra l’archivio con il tema Chrome.
  5. Non vi spaventate se non vedete la trasparenza a tutte le finestre, per vederla è necessario appunto installare delle patch, di questo ne parleremo successivamente. Come verifica se va tutto bene si può sempre utilizzare la finestra del Monitor di Sistema, se essa è semitrasparente sulla barra dei menù allora tutto è andato bene, altrimenti qualcosa potrebbe essere andato storto.
    Per visualizzare il Monitor di Sistema si può lanciare da terminale:
    gnome-system-monitor
  6. Il tema non offre una grande personalizzazione di per sè, o almeno, sul sito è presente un configuratore di temi, ma è in inglese e non son riuscito a usarlo molto, provate a scaricarlo dal sito e vedere cosa riuscite a fare (potete sempre “raccontarci la vostra esperienza“)
  7. Potete in ogni caso cambiare i colori cliccando sul pulsante Personalizza… di Preferenze dell’Aspetto, scegliere la scheda Colori, e scegliere che colori mettere alle finestre. Senza considerare che utilizzando Emerald come gestore per le cornici delle finestre avrete anche in quel caso semitrasparenze a sbizzarrirvi!

Applicare le patch ai programmi


Perché applicarle? Senza di esse i programmi non possono supportare questa trasparenza.

Cosa è una patch? Il file .patch  che si scaricherà (magari è dentro un archivio, basterà estrarlo) è uno script che modifica i codici sorgente del programma in modo che  ricompilandolo avrà, in questo caso, il supporto per la trasparenza.

E se è un plug-in? In caso di plug-in sarà da porre nella cartella /plugins del programma in questione, vedere anche le note di installazione che ci sono nella pagina del famoso sito.

Come si fa? Spieghiamo punto per punto tutto il procedimento, affrontiamo per il momento solamente l’installazione dei file .patch, anche perché come già detto i plug-in sono più facili da installare e basta seguire le note di installazione della relativa pagina:

  1. Scaricare la patch relativa al programma sempre dal sito di Murrina, sezione RGBA
  2. Scaricare i codici sorgente del programma che si vuole ricompilare, dando da terminale
    sudo apt-get source NOME_PROGRAMMA
    Procedimento simile all’apt-get install, ma così scarica nella cartella in cui è il terminale (se non ci si è spostati, la home) i file per la compilazione.
  3. Cambiare i permessi dei file scaricati: si noterà che sono in sola lettura
    sudo chmod 777 -R FILE_SCARICATI
    dove l’opzione -R spiega la ricorsività, ossia che applica i permessi 777 (lettura, scrittura e esecuzione a tutti) a tutti i file all’interno delle cartelle
  4. Inserire il file .patch nella cartella scaricata o, quando richiesto, direttamente nella cartella /src all’interno della cartella scaricata.
  5. Lanciare la patch con il comando:
    sudo patch -Np0 -i PERCORSO_PATCH/NOME_PATCH
    Se vi capita come errore che non trova un file e vi chiede di dirgli dove si trova, cercatelo all’interno della cartella e dateglielo da patchare
  6. Ora bisonga scaricare le dipendenze necessarie per la compilazione, non spaventatevi anche se sono parecchi Mb, dopo la compilazione un autoremove e passa tutto.
    sudo apt-get build-dep NOME_PROGRAMMA
  7. Compilare il programma, dopo essere andati con il terminale nella cartella scaricata con il comando source e dare i tre comandi per la compilazione:
    cd NOME_CARTELLA
    ./configure
    make
    sudo make install
  8. Lasciamolo macinare e quando avrà finito provare a lanciare il programma così patchato e vediamo se finalmente avrà la nostra trasparenza.
  9. Se è tutto a posto puliamoci delle librerie di compilazione (a meno che non siamo interessate a tenerle)
    sudo apt-get autoremove

Un paio di osservazioni:

  • In genere si consiglia di, prima di ricompilare, disinstallare il programma precedente. Io non l’ho fatto e mi ha funzionato tutto prima, ma mi sembrava doveroso dirvelo :D
  • Leggere le istruzioni per l’installazione sul sito di Murrina, perchè a volte possono richiedere procedure differenti (e.g.: Invece di una patch da lanciare potreste trovarvi con dei file .c o .h da sostituire, cercarli (è lecito usare la funzione Cerca File…) nella cartella con i sorgenti e sostituirli).

Programmi dove ho provato

Io ho testato questo metodo su Emerald (il gestore di barre delle applicazioni, così il suo manager ha il supporto RGBA), Exaile, Leafpad, Totem, File Roller (il gestore di archivi di sistema) e Gcalctool (la calcolatrice di sistema) e in tutti i casi ha funzionato, programmi come Terminale e Montor di Sistema l’hanno rilevato automaticamente (come sistema operativo uso Ubuntu 8.10) e per Emesene è stato sufficiente andare in Opzioni -> Preferenze (o premere Ctrl+P) e sotto la scheda Scrivania scegliere il tic Attivare modalità RGBA, riavviare il programma e il gioco è fatto, infatti è già compilato con questo supporto disponibile.

[EDIT] Gen 2010: La nuova versione di Exaile (la 0.3) ha già il supporto RGBA integrato, non sarà più necessario patcharla!
Inoltre altri programmi come Rhythmbox, Gedit o Eye of Gnome hanno il supporto RGBA come plugin, ancora più facile da applicare![/EDIT]

[EDIT2] Giu 2010: Per tutti quelli che vogliono sapere come avere Nautilus con l’RGBA, posso consigliare di scaricare Nautilus Elementary, che di default ha già il supporto integrato! [/EDIT]

Fateci sapere come è andata, siamo a disposizione per aiutarvi in qualsiasi passaggio del tutorial!

E poi, non vorrete mica non fare sfoggio del vostro nuovo Desktop-al-top con la Trasparenza!

Siete stati ufficialmente Pimpati!

About these ads

Commenti su: "[PIMP MY...™] Finestre trasparenti con Murrina e GTK" (9)

  1. schiavodellostile ha detto:

    ho letto che con il svn di nautilus ora è possibile usare l’rgba anche li, ne sapete qualcosa?

  2. è molto probabilmente, almeno secondo me, un problema con l’engine… puoi provare a scaricarne qualche versione precedente e vedere se per caso funziona.
    Sei su Ubuntu 8.10?

  3. Ho dato quel comando ma la situazione è la stessa.

  4. prova a dare anche sudo apt-get --reinstall install gtk2-engines-murrine

  5. Giacomo ha detto:

    Ho disinstallato la versione svn con make uninstall, però la situazione con i temi è la stessa.

  6. penso che sia dovuto al fatto che hai installato la versione SVN dell’engine, prova a toglierla e ad installare solo il pacchetto gtk2-engines-murrine controllando tutte le dipendenze.
    Se il problema persiste cerchiamo altre strade ;)

  7. Giacomo ha detto:

    Ciao, io ho installato il pacchetto gtk2-engines-murrine e ho installato anche la versione svn però quando trascino un tema murrine di cimi nella finestra dell’aspetto il tema non mi si vede ma si vede solo i controlli nella personalizzazione del tema, e quando li vado a selezionare diventa così: http://img444.imageshack.us/img444/7568/schermatapersonalizzatexc0.png
    Mi puoi aiutare? :D

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 51 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: