…sei stato ufficialmente pimpato!

Mancano ormai 4 giorni all’incontro con la versione definitiva dell’“Intrepido Stambecco”, Ubuntu 8.10: il D-Day è previsto per il 30 ottobre. Comunque da pochi giorni è stata resa disponibile l’ISO Ubuntu 8.10 Release Candidate, sarà pertanto possibile scaricare una versione beta, per chiunque non abbia la pazienza di aspettare.

Lo Sfondo di default del nuovo Ubuntu

Lo Sfondo di default del nuovo Ubuntu

La data dovrebbe essere proprio quella, sempre che non si verifichino “incidenti di percorso”. A questo proposito Colin Watson ha inviato un messaggio nella mailing list di sviluppo, invitando tutti gli utenti che già ora hanno installato Intrepid Ibex a comunicare immediatamente la presenza di eventuali bug critici che non siano presenti nella lista di quelli già noti.

Vediamo un attimo quali sono le novità che ci porta lo Stambecco secondo Lamplandia.com

  • Network Manager
  • Il Network Manager è stato migliorato implementando la velocità e rendendolo sempre più automatico è stata aggiunta la possibilità di creare connessioni 3G. Inoltre non vi sarà più bisogno del login per la connessione e potrà gestire più device attivi contemporaneamente.

  • Guest Account
  • A partira da Ubuntu 8.10 è stato deciso di inserire un account guest, che non permetterà ad utenti di “passaggio” sul pc di guardare i nostri file, accedere alla nostra e-mail tramite le password salvate sul computer o mettere sotto sopra il nostro pc. L’account guest avrà a disposizione pochissimi privilegi, e i file creati verranno cancellati al log out (utilizza una cartella temporanea per salvare i file).

  • Una directory privata e criptata
  • Tra le altre cose c’è la cartella privata (~/private). Il contenuto di questa cartella infatti non potrà essere neanche guardato da altri utenti (chmod 700) ed è addirittura criptato, garantendo totale riservatezza dei dati sensibili.

  • Più pulito
  • Dopo molti upgrade ed installazioni software il vostro sistema potrebbe non essere più pulito e leggero come appena installato. Per questo è stato aggiunto un software che si preoccuperà di pulire e tenere in ordine il vostro sistema automaticamente!

  • Installazione tramite USB
  • Vi è ora la possibilità di installare il sistema da una pennetta USB. Sicuramente più comodo da tenere in tasca rispetto a un cd.

  • Nuovo design dell’installer
  • L’installer del CD sarà rinnovato graficamente.

  • Schede (tabs) in Nautilus
  • Un altro punto di elevata rilevanza sono le schede in Nautilus che permetto una migliore navigazione tra i file.

    Le schede in Nautilus

    Le schede in Nautilus

  • Ricerca veloce in Synaptic
  • In Synaptic è stata resa più comoda la funzione quick search, adesso basta iniziare a digitare il termine da cercare (ad esempio “lan”) e i pacchetti verranno filtrati in un momento. Senza dover premere invio.

  • Interfaccia per la configurazione dei caratteri
  • Nelle versioni attuali per la configurare i caratteri non vi è altro modo che mettere mano ai file di configurazione. Adesso invece verrà introdotta una comodissima interfaccia per configurare e gestire i font sotto Gnome, utile sopratutto se più utenti utilizzano lo stesso computer.

  • Altri cambiamenti
  • Tra gli altri cambiamenti vi sono: supporto per BIOS Software RAID/FakeRAID, supporto Flash migliorato, velocizzata l’installazione da DVD, migliorata la gestione alimentazione, miglioramenti nelle correzioni ortografiche e nella struttura dei menù.

    C’è però da dire che il problema relativo all’errata gestione del risparmio energetico degli hard disk non è stato risolto.

    Che altro aspettare? Ordina subito la tua copia di Interpid!
    Già da ora, comunque, è possibile ordinare Ubuntu 8.10 tramite ShipIT, il servizio di spedizione gratuita per ricevere i CD di Intrepid, versione desktop e server, direttamente a casa propria.
    Per chi avesse già aggiornato a Ubuntu 8.10 basterà effettuare un “sudo apt-get upgrade” per sincronizzarsi con la Release Candidate, mentre chi volesse aggiornare ora da Hardy a Intrepid non dovrà far altro che usare il seguente comando per eseguire l’avanzamento di versione:
    sudo update-manager -d

    Per chi invece volesse scaricare le ISO di Ubuntu e Kubuntu ecco i link al download delle immagini: Ubuntu, Kubuntu, Xubuntu (disponibile anche per Ubuntu Studio, Mythbuntu e Ubuntu Education Edition).

    A breve dovrebbero essere disponibili anche le ISO degli altri maggiori “flavour” di Ubuntu Intrepid Ibex.

    Fonti:

    Lascia un commento

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger cliccano Mi Piace per questo: