…sei stato ufficialmente pimpato!

Disclaimer: Dalle statistiche del sito sembra che l’argomento sia ancora molto cercato e l’articolo precedente su Ubuntu e Enlightenment risulta da aggiornare; quindi con questo post intendo riaffrontare la questione Enlightenment!

Eccoci al post e spero lo troviate utile, per ogni vostra proposta, ci sono i commenti!

Pimp my… Enlightenment!

Enlightenment è un ambiente desktop che riesce a far andare molto d’accordo i computer lenti con effetti grafici in una maniera veramente unica.

È tornato molto di moda dopo che Gnome 3, Unity e altri pesanti ambienti desktop sono diventati molto diffusi nelle maggiori distro come Ubuntu o Fedora: mia intenzione non è esprimere giudizi qualitativi riguardo a questi DE, vorrei solo presentarvi quella che è sempre stata, tra Gnome, KDE e il neonato Unity un’alternativa leggera ed elegante. Non a caso anche l’utilizzo di XFCE ed altri DE leggeri (OpenBox, Awesome, e chi più ne ha, più ne metta) è in aumento dopo l’arrivo dei giganti Gnome 3 e Unity!

Cosa ci costa quindi provare E17?

Lo stato dell’arte

Doveroso comunicare un valido motivo per cui mi ripropongo di riscrivere su un argomento già trattato.

Nel precedente post vi consigliavo di sperimentare i repository di OpenGEU per l’utilizzo di Enlightenment anche senza installare OpenGEU, perché erano, al tempo, i Repository più aggiornati di E17 e più ricchi in quanto a sviluppo.

Purtroppo, e me ne dispiaccio davvero molto, a causa di una mancanza di sviluppatori OpenGEU è fermo ai box da molto tempo e il suo progetto, divenuto sempre più ambizioso (da Remix di Ubuntu a Sistema Debian-based), e ora fermo. Ero rimasto anche coinvolto nello sviluppo del tema GTK di OpenGEU Quarto di Luna e son rimasto molto affezionato a questa distribuzione.

Questo però non ci aiuta ad avere E17 su Ubuntu.

Possiamo però:

  1. Installare E17 dai repository ufficiali di Ubuntu e selezionarlo come DE all’avvio;
  2. Installare E17 dal PPA degli sviluppatori: vuoi mica non essere on the edge a scapito di un po’ di stabilità?
  3. Installare Bodhi Linux, la distro che, al momento, offre un ottimo E17 e vi spiegherò fra qualche riga perché.

E17 dai repository ufficiali di Ubuntu

Nulla di molto complicato, cercate sul vostro Ubuntu Software Center Enlightenment e installatelo: facile per chi vuole fare una rapida overview di E17, ma non credo sia la versione con maggiori features. Facile da rimuovere nel caso non sia il DE che fa per voi

E17 dal PPA ufficiale degli sviluppatori

Sezione aggiornata a novembre 2012: Enlightenment è in continuo sviluppo e questo è l’ultimo mese prima del rilascio della versione stabile.

È nato anche un PPA per gli utenti ubuntu con i sempre più frequenti rilasci di E17 e delle EFL, le librerie cui fa riferimento: grazie a Luis Felipe Strano Moraes che ha pacchettizzato tutto il necessario, scaricabile con il seguente comando

sudo add-apt-repository ppa:efl/trunk

successivamente installare con l’Ubuntu Software Center o con il gestore di pacchetti che preferiamo Enlightenment: il sistema riconoscerà i pacchetti del PPA come più recenti.

Installare Bodhi Linux

Questa, lo dico senza problemi, è la scelta che mi permetto di consigliarvi: per provarlo senza impegno è sempre possibile utilizzare una versione LIVE di Bodhi Linux e l’installazione permette di vedere una E17 funzionante e performante, aggiornatissima ma stabile: non solo perché, essendo Bodhi dotata di un repository di testing i prodotti di E17 SVN prima di finire come pacchetti ufficiali vengono testati dal team di Bodhi, ma anche perché lo stesso team si è patchato un po’ del codice per averlo esattamente come desidera.

Rapidamente illustro alcune features di Bodhi Linux, oltre che il fatto che sia basata su E17

  • Minimalismo e scelta dell’utente: L’ISO di Bodhi Linux occupa circa 320 MB. Come è possibile? L’installazione di Bodhi ti offre il Desktop Manager, il blocco note LeafPad, il filemanager PcManFM e, infine, il browser internet Midori.
    Questo perché il team di Bodhi Linux reputa l’utente abbastanza intelligente per scegliere da solo i programmi da mettere nel suo sistema, ecco perché non inserisce nulla se non il minimo per far installare all’utente ciò che desidera. È, inoltre, disponibile un AppCenter che permette di scaricare i programmi più comuni per avere rapidamente una distro capace di fare tutto senza impazzire con apt-get, qualora non lo si conoscesse a fondo.
  • Comunità molto viva: La comunità e il forum di Bodhi Linux sono a disposizione di moltissime problematiche, da quelle basilari a alcuni rognosi problemi di compatibilità hardware (schede di rete, schede video, etc etc.)
    La comunità non offre solo supporto, ha prodotto tonnellate di documentazione riguardo a E17 per aiutare il nuovo utente a configurarselo proprio come vuole.
  • Bodhi Art: la stessa comunità di Bodhi Linux ha prodotto e pacchettizzato moltissimi temi grafici per Enlightenment, consentendoci di avere la versione maggiormente pimpata di Enlightenment, oltre che stabile.

Non mi dilungo a elencare altri vantaggi di Bodhi Linux che a me son piaciuti molto perché già così l’articolo, presentato più come un modo per avere E17 su Ubuntu si è trasformato in una recensione di Bodhi Linux, in modo non molto imparziale😛 .
Mi sento però di consigliarvi caldamente questa soluzione per dare una chanche a Enlightenment.

Assaggi di pimpaggi!

E17 è così altamente configurabile che il primo invito per fare dei doverosi pimpaggi è proprio curiosare in tutte le sue configurazioni. Se qualcosa, stranamente, dovesse andare storto, l’opzione Profili ripristina il vostro E17 in uno stato fresco fresco.

Se le cose andassero veramente storte, rimuovere/rinominare nella cartella di home la directory .e resetta i vostri errori, per farlo, da terminale (qualora non aveste più l’interfaccia grafica😉 )
mv ~/.e ~/.e_backup
E si può “ricominciare da capo”!

Dopo le precauzioni del caso, ecco a voi un paio di consigli utili:

Temi: l’uomo è ciò che mangia, la distro è ciò che si vede

Questo non è sempre vero, ma a tutti noi piace avere un computer di bell’aspetto.

I temi di E17 sono utilizzabili in forma di file .edj e il selettore dei temi facilmente con il comando Importa ti permette di aggiungere un file scaricato alla raccolta temi di E17. Il metodo più veloce resta comunque spostare il file .edj nella cartella ~/.e/e/themes per trovarselo proprio nel selettore temi!

Dove reperire i temi? Premetto che lo sviluppo di E17 permette un utilizzo funzionale, ma, purtroppo, al momento temi molto vecchi (parliamo di anni) non sempre sono compatibili con le nuove versioni dell’ambiente desktop e generano diversi problemi, quindi guardate pure su e17-stuff.org per scaricare i temi.

Altro buon posto dove trovare ottimi temi e l’Art Wiki di Bodhi Linux, ma tutti i temi sono brandizzati con il logo di Bodhi. Questo potrebbe non piacervi, ma alcuni temi sviluppati dagli utenti di Bodhi non son presenti su e17-stuff.org .D’altra parte il selettore dei temi in modalità avanzata permette di de-brandizzare parzialmente temi di Bodhi😉

E i temi in GTK? Molte applicazioni, praticamente tutte quelle che usiamo, non usano le EFL (le librerie grafiche di Enlightenment), ma altre librerie, come le GTK o le QT.

Recentemente ho realizzato per alcuni dei temi E17 più diffusi dei temi GTK con le stesse Pixmap, questo per permettere all’utente di non accorgersi di avere due librerie grafiche differenti.

Uno screenshot di esempio:

Tema Japan2007 con il port in GTK

I port dei temi E17 che ho realizzato sono sempre su e17-stuff.org, nella sezione Others

Per molti altri screenshot di Enlightenment, mi permetto di inviarvi a questo sito che contiene tutti gli screenshot che, direttamente dal core di E17, è possibile uppare sui server di Enlightenment.

Fatemi sapere se questa guida vi viene maggiormente in aiuto della precedente e, come si dice di rito:

sei stato ufficialmente pimpato!

Commenti su: "[PIMP MY…™] Enlightenment su Ubuntu" (8)

  1. […] Ma se siete curiosi di sapere quali sono, seguite i nostri pimpaggi! […]

  2. cesidio ha detto:

    Ho installato Bodhi 1.3.0, avevo già provato la versione precedente. Eccellente nel potersi configurare il tutto. Trovo però frustrante dver combattere con almeno due problemi di non piccolo conto:
    1. Non mi sdcarica diversi programmi perchè non si collega più ad alcuni Repository; esempio:

    http://mirrorc0re.se lucid Release: Le seguenti firme non erano valide: NODATA 1 NODATA 2Errore GPG: http://getdeb.nsroot.cz.cc lucid-getdeb Release: Le seguenti firme non erano valide: NODATA 1 NODATA 2Errore GPG: http://nexus.nsroot.cz.cc lucid Release: Le seguenti firme non erano valide: NODATA 1 NODATA 2Impossibile recuperare http://getdeb.bodhilinux.com/getdeb/dists/lucid-getdeb/apps/binary-i386/Packages.gz  404  Not Found
    Impossibile recuperare http://getdeb.bodhilinux.com/getdeb/dists/lucid-getdeb/games/binary-i386/Packages.gz  404  Not Found
    Impossibile recuperare http://mirrorc0re.se/bodhi/dists/lucid/main/binary-i386/Packages.bz2  Il sottoprocesso /bin/bzip2 ha restituito un codice d'errore (2)
    Impossibile recuperare http://getdeb.nsroot.cz.cc/getdeb/dists/lucid-getdeb/apps/binary-i386/Packages.bz2  Il sottoprocesso /bin/bzip2 ha restituito un codice d'errore (2)
    Impossibile recuperare http://getdeb.nsroot.cz.cc/getdeb/dists/lucid-getdeb/games/binary-i386/Packages.bz2  Il sottoprocesso /bin/bzip2 ha restituito un codice d'errore (2)
    Impossibile recuperare http://nexus.nsroot.cz.cc/bodhi/dists/lucid/main/binary-i386/Packages.bz2  Il sottoprocesso /bin/bzip2 ha restituito un codice d'errore (2)
    Impossibile scaricare alcuni file di indice: saranno ignorati o verranno usati quelli vecchi.

    2. Quando cerco di entrare in file o altro mi dice sempre di non essere autorizzato, nenche dopo sudo o su -.
    Mi puoi aiutare in merito?

    • 1) il problema dei repository di get deb è stato un problema temporaneo di fine gennaio. Adesso dovrebbe essere risolto. Lo hai ancora?
      2) non ho capito cosa intendi con “entrare in file”😀 mi servirebbe qualche info in più😀

  3. […] [PIMP MY…™] Enlightenment su Ubuntu « PIMP MY LINUX™ […]

  4. Diego ha detto:

    Me lo consiglieresti per sostituire XFCE?

    • è assolutamente personale il giudizio.
      A me piace di più E17… xfce (provato pochissimo) l’ho sempre trovato un clone di GNOME 2 in cui però ti trovavi a avere alcuni settaggi di xfce e altri di gnome. Forse questo è, però, legato alla fugace scappatella che ho fatto con xubuntu.

      Se cerchi Eyecandy, anche un po’ diverso dal solito stile GTK/Qt, secondo me le efl meritano un tentativo.
      Ti invito a dare un’occhiata al canale video di Bodhi Linux. Non tanto per installare Bodhi, come dicevo nel post E17 non è Bodhi: ma li molti utenti smanettano e han fatto alcuni video con temi all’opera.
      http://www.bodhilinux.com/video.php

      Per tralasciare il discorso temi e vedere le cose un po’ più in profondità: E17 ha un’ampia gamma di personalizzazione sui suoi settaggi, pertanto permette di customizzarselo come meglio si preferisce, dall’altro lato è ancora in sviluppo e gli sviluppatori di E17 hanno appositamente scelto di non avere un forum, ma affidarsi solo alla mailling list…

      Secondo me merita un tentativo di una settimana dove lo si esplora a fondo e lo si lima su misura.
      La prima impressione può essere snervante (menu al clic sul desktop, ALT+F4 che ti cambia desktop invece di chiuderti la finestra, Focus sul mouse-over invece che sul clic… magari non è ciò che uno vuole… ma son tutte cose facilmente configurabili e modificabili!).

      • Diego ha detto:

        Insomma è qualcosa di diverso, è l’unico DE che non ancora ho provato. Credo valga la pena usare Bodhi Linux per provarlo anche perché su Arch, distro che uso, e17 è pacchettizzato solo in sorgente e compilarselo tutto col netbook non è proprio cosa da poco.
        Grazie per la risposta.

      • Dagli un tentativo, sarei curioso di sapere cosa ne pensi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: